Seleziona una pagina

I moduli idraulici di interfacciamento sono sistemi di integrazione utili ad ottimizzare l’utilizzo dei dispositivi alimentati ad energie rinnovabili, come stufe a pellet, termocamini o termostufe, per permettere loro di contribuire alla produzione di acqua calda per il riscaldamento domestico o per le utenze, lasciando lavorare la caldaia tradizionale solo il necessario, migliorando il rendimento e il risparmio economico.

In presenza di calore prodotto dalla fonte a biomassa, infatti, il modulo disabilita la caldaia tradizionale e invia acqua calda all’impianto di riscaldamento domestico o di acqua calda sanitaria (a seconda del modello). Se invece il calore prodotto dalla biomassa non fosse sufficiente, permette alla caldaia a gas di rispondere sia alla richiesta di riscaldamento che di acqua calda sanitaria, come negli impianti tradizionali.

Quando è possibile installare un modulo idraulico di interfacciamento?

I moduli idraulici sono adatti alla separazione di due circuiti idraulici (a vaso aperto o chiuso), ciascuno alimentato da una fonte energetica di potenza termica inferiore a 35 KW ed l’utilizzo di acqua a temperatura inferiore ai 110°C come fluido termovettore (Norma UNI10412-2).

Come abbiamo indicato, l’applicazione più tipica è quella dell’abbinamento fra un termocamino o una termostufa ed una caldaia tradizionale a gas/gasolio per la gestione del riscaldamento domestico.

Oltre la messa a norma dell’impianto la funzione dei moduli, a seconda dell’applicazione, è quella di andare gestire la produzione di acqua calda ad uso riscaldamento e/o ad uso sanitario.

Come funzionano i moduli idraulici?

Tutti i moduli idraulici, tramite lo scambiatore di calore a piastre integrato, agiscono su due circuiti:

  • Circuito primario: circuito chiuso di prelievo del calore (fonte termocamino o stufa a pellet)
  • Circuito secondario: circuito chiuso di riscaldamento

Il circuito primario funge da “alimentatore” sul circuito secondario: quando si raggiunge una determinata temperatura dell’acqua in ingresso (mandata termocamino), la centralina elettronica attiva la pompa di circolazione del circuito primario andando così a creare l’alimentazione per lo scambiatore. Ad una seconda soglia di temperatura, più alta rispetto alla prima, si attiva anche la pompa del circuito secondario o di riscaldamento, andando così a creare uno scambio termico continuo fino a che la fonte di calore resta attiva. Tramite un contatto ausiliario, collegato in serie al termostato ambiente, la centralina elettronica è in grado inoltre di escludere e riattivare la caldaia a gas, alla necessità!

Nei modelli in cui è prevista anche la gestione dell’acqua calda ad uso sanitario, alla richiesta dell’utente di acqua calda, il flussostato interno al modulo rileva il passaggio di acqua all’interno del circuito. Andando a chiudere il contatto elettrico si attiva una valvola deviatrice che devia appunto il flusso di acqua calda del circuito primario all’interno dello scambiatore dedicato al sanitario, andando così ad escludere (fino all’utilizzo dell’utente) il circuito secondario.

È facile intuire come i principi appena descritti, oltre alla messa a norma dell’impianto, permettono all’utente finale una gestione autonoma di più fonti di calore, andando così a migliorare il rendimento energetico ed il risparmio economico!

I moduli idraulici di interfacciamento IMIT

IMIT dispone di un’ampia gamma di moduli di interfacciamento, adatti a molteplici esigenze:

Il vostro tecnico di fiducia saprà quale modulo potrà rispondere meglio al vostro dispositivo alimentato a energie rinnovabili e al vostro impianto. Ma per qualsiasi dubbio o esigenza, non esitate a contattarci!

Tutti i moduli idraulici IMIT vengono progettati e costruiti internamente alla nostra azienda di Castelletto Sopra Ticino (NO), utilizzando componenti affidabili e di altissima qualità. Ogni modulo è collaudato funzionalmente e idraulicamente per evitare perdite durante la messa in opera, testato per la messa a terra tramite i test EMC e tutta la gamma è certificata ENEC03 da IMQ, utilizzando per i test gli stessi parametri per le caldaie a gas.

IMIT promuove nuove tecnologie del comfort climatico, attraverso una serie di prodotti dedicati alle energie rinnovabili, per garantire agli utenti risparmio energetico ed economico e per salvaguardare il nostro Pianeta.

Per saperne di più, navigate sul nostro sito, scaricate il nostro catalogo o consultate in anteprima i manuali istruzioni dei nostri prodotti per il comfort di casa e ufficio. Per ulteriori richieste, inviate una mail a info@imit.it. Il nostro staff risponderà il prima possibile.